News

Addio a Gaetano Di Vaio

La Fondazione Eos Onlus e la Cooperativa sociale Obiettivo Uomo ricordano con affetto e stima Gaetano Di Vaio che lascia negli operatori sociali che lo

E’ il momento della dichiarazione dei redditi

Dal 30 aprile, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, sono disponibili i modelli precompilati. Attraverso la destinazione del 5×1000, è arrivata la possibilità di aiutare concretamente la Onlus nella quale si ripone la propria fiducia. Firma a sostegno della Fondazione Eos Onlus: significa essere al fianco delle famiglie che seguiamo in Consultorio.

Leggere fa stare bene

Quale migliore occasione della Giornata mondiale del libro per ribadire che leggere fa stare bene? Molti studi scientifici riportano i benefici della lettura sulla memoria, sull’umore

Corso Conduttori di Gruppi di Parola

Sono aperte le iscrizioni per il corso di formazione Conduttori di Gruppi di Parola. Il corso si rivolge a psicologi, assistenti sociali, avvocati, educatori, mediatori familiari e altre figure professionali impegnate nel lavoro con le famiglie, interessati ad acquisire competenze nella conduzione di Gruppi di Parola.

Un vademecum per imparare a mangiare sano in famiglia

Un vademecum sul mangiar sano per i genitori nell’ambito della campagna di prevenzione “Noi siamo quello che mangiamo” promossa dal progetto A Country for Mums realizzato dalla Fondazione Eos Onlus con il contributo della Fondazione Banco di Napoli

Frammentazioni e riconnessioni: piste per il lavoro educativo

Fornire informazioni e conoscenze sulle tematiche di genere e sulle nuove forme di dipendenza da dispositivi elettronici; avviare processi creativi trasversali alle tematiche trattate per potenziare le ricadute nell’offerta educativa laboratoriale sono tra gli obiettivi della formazione per un gruppo di operatori sociali, nell’ambito del progetto Costruire Futuro.

Essere Educatore Trauma-Informed

Il Manifesto Essere Educatore Trauma-Informed, è frutto della crescita formativa e della partecipazione attiva degli operatori coinvolti, che hanno fatto proprie e sperimentato la validità delle proposte scientifiche e metodologiche proposte.
La prospettiva trauma-informed viene, così, applicata per la prima volta in Italia al mondo educativo e di accoglienza fuori famiglia